I ricorsi avverso la regolarità delle gare devono essere preannunciati al Giudice Sportivo Territoriale a mezzo fax o telegramma entro le ore 24 del giorno feriale successivo a quello della gara.

Ciò consente al Giudice di non omologare il risultato della gara ed attendere le motivazioni del reclamo della società che devono essere trasmesse entro il 7° giorno successivo alla gara per raccomandata. Copia del ricorso deve essere inviata contestualmente alla società controparte a mezzo raccomandata e la prova dell’invio alla controparte deve essere allegata alla documentazione del reclamo da rimettersi al G.S.T..

Se eventualmente il ricorso riguarda la posizione di calciatori (squalificati, non tesserati) non occorre proporre il preannuncio ma semplicemente inoltrare le motivazioni entro 7 giorni dallo svolgimento della gara con le modalità di notifica sopra menzionate.

Si deve porre attenzione poiché nelle fasi finali dei Campionati e nelle manifestazioni a rapido svolgimento (Coppa Italia, Coppa Toscana etc.) tali termini possono essere ridotti o diversi.

Il reclamo avverso la regolarità del campo di gioco deve essere preceduto da riserva scritta presentata all’Arbitro PRIMA della gara o riserva VERBALE se l’irregolarità si verifica nel corso della gara.

L’Arbitro a quel punto deve concedere un termine, fino ad un tempo della gara, per il ripristino delle condizioni di regolarità ed al termine ne verifica la sussistenza per l’inizio e/o continuazione della gara.