Under 19 femminile, il Qualifying Round al via con la Toscana protagonista

Parte dalla Toscana,  da una delle zone più belle di questa regione, quella tra Siena e Cortona, la rincorsa della Nazionale femminile Under 19 nei campionati Europei di categoria. Parte proprio dalla Toscana, punto di riferimento di questo movimento in continua crescita, il  tragitto che il tecnico Sbardella spera possa portare le proprie ragazze fino in Georgia, dove il prossimo luglio si disputeranno le fasi finali.

Nel mezzo non sono pochi gli ostacoli da superare, a cominciare dal Qualifying Round che vedrà le Azzurrine opposte alle pari età di Estonia, Slovenia e Russia, in un girone a quattro squadre che si disputerà interamente proprio sui campi di Siena e Cortona, e che premierà le prime due in classifica (più le quattro migliori terze sul totale dei 12 raggruppamenti) per il passaggio alla successiva Fase Élite.

“Il calcio femminile in Italia sta vivendo una fase molto positiva, specialmente dopo la grande risonanza che ha dato al nostro movimento il Mondiale di Francia: vogliamo che questo trend continui, anche grazie alle nostre Nazionali giovanili.  L’obiettivo – ha commentato il tecnico Enrico Sbardella, durante la conferenza stampa di presentazione della manifestazione nella sede del Consiglio Regionale della Toscana – è ovviamente quello di passare il girone e, se possibile, farlo da primi del raggruppamento, per poter avere così un sorteggio migliore per la fase successiva. Crediamo che l’ultima delle tre sfide contro la Russia possa rappresentare la gara spartiacque per il passaggio del turno, ma dobbiamo ovviamente disputare delle grandi partite anche contro Slovenia ed Estonia: sono dei movimenti in grande crescita e anche contro di loro dovremo essere concentrati al massimo”.

Alla conferenza stampa di presentazione oltre alla responsabile del CRT -LND per il calcio femminile Luciana Pedio Saturni, era presente anche il capitano delle Azzurrine, Sofia Colombo: “Vestire la maglia della Nazionale – ha commentato la centrocampista dell’Inter – è un motivo di grande orgoglio: vogliamo fare bene davanti al nostro pubblico e per raggiungere questo obiettivo ci stiamo impegnando al massimo già da questi primi giorni di raduno”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche la compagna di reparto Azzurra Corazzi, giocatrice della Fiorentina nata e cresciuta proprio in Toscana: “Vogliamo passare al meglio questo girone e non vediamo l’ora che arrivi il 2 ottobre per giocarci questa qualificazione con la divisa azzurra. Giocheremo tutte e tre le nostre gare a Siena e spero che ci sia tanto pubblico a sostenerci”.

Il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio Giani, ha sottolineato “la vocazione della Toscana nella promozione del calcio femminile: la valorizzazione di questo movimento è un segno di grande civiltà. È importante che la Nazionale del futuro possa avere questa vetrina nella Toscana quindi snodo cruciale per il calcio in rosa che come ha ricordato il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani in Toscana trova terreno fertile per superare le barriere culturali che lo frenano. “Siamo orgogliosi di disputare le partite della nazionale Under 19, da noi il calcio femminile ha solide radici e non a caso Montepulciano sta per essere nominata Citta dello sport per il 2021-2022. E proprio a Montepulciano la Nazionale italiana si allenerà con la soddisfazione del sindaco della città, Michele Angiolini, che ha voluto ringraziare la Federazione per questa opportunità: “È un importante appuntamento di calcio e ringrazio la FIGC per aver scelto i nostri territori per questa manifestazione”.

La base operativa del torneo sarà a Chianciano Terme, dove risiederanno tutte e quattro le Nazionali: “Siamo particolarmente contenti – ha affermato il sindaco di Chianciano, Andrea Marchetti – di poter ospitare questo torneo. Da parte nostra va il miglior in bocca al lupo alle ragazze che rappresenteranno l’Italia”.

Le altre tre sfide che non coinvolgeranno le Azzurrine si disputeranno allo stadio ‘Santi Tiezzi’ di Cortona. A questo proposito, l’assessore allo Sport della città, Silvia Spensierati, ha sottolineato come sia motivo di grande soddisfazione “il poter ospitare tre sfide del Qualifying Round UEFA. In generale, è giusto che il calcio femminile venga coltivato e che ci sia una sensibilizzazione in questo senso”.

Al momento sono 24 le ragazze azzurre che al Centro di Preparazione Olimpica di Tirrenia stanno svolgendo il ritiro in preparazione del Qualifying Round. Lunedì 30 settembre il tecnico Sbardella diramerà la lista ufficiale delle 20 ragazze che prenderanno parte al primo turno di qualificazione e sempre nel pomeriggio del 30 settembre le Azzurrine si trasferiranno a Chianciano Terme.