La Rappresentativa Toscana fa il bis al Memorial Fabio Bresci

Emozioni  fin dal primo minuto di gioco al II Memorial Fabio Bresci – categoria Juniores- che si disputa alla Rufina  nell’impianto  intitolato al compianto presidente regionale e vicepresidente LND. Dopo le fasi di qualificazione di venerdì e sabato si giocano ora le finali. Tutte tirate e combattute.

Come è successo nella prima partita in programma e valevole per il settimo e ottavo posto quando di prima mattina si sono incontrate Audax Rufina e Pontassieve in un derby sentitissimo. 4-2 il risultato finale in favore del Pontassieve. Doppietta di Del Lungo e sigilli Ciullini e Sodi per i vincitori e gol di Somigli e Becherucci per i padroni di casa. 

A seguire la prima sfida tra Rappresentative per il quinto e sesto posto tra  Marche e Umbria vinta dalla prima per 2-1  in doppietta di Bicchiarelli e gol di Leonardi.

Terminata la gara a tambur battente sono state premiate da Marco Bresci, figlio di Fabio, da Cellini, presidente Crt Marche, dal consigliere regionale Crt Brogi, dal segretario LND Ciaccolini e dal delegato di Prato Falco la terna arbitrale, squadre e dirigenti.

Il tempo di festeggiare  e subito in campo Sardegna ed Emilia e Romagna per il terzo e quarto posto. Dopo il primo tempo a reti bianche è l’Emilia Romagna a passare in vantaggio al 5’ della ripresa con Vallicelli. Un gol che vale il terzo posto.

Quindi le premiazioni precedute dal breve saluto del sindaco di Rufina, Vito Maida che insieme a Marco, figlio  del compianto Fabio, ha ricordato la figura del presidente Bresci.   Prima delle squadre sono stati consegnati riconoscimenti al giocatore più giovane del Memorial, Cremonini dell’ Emilia e Romagna, al miglior portiere, Camboni della Sardegna. Quindi Bini, Matteini e Gori del Cra hanno premiato la terna arbitrale e il vicepresidente vicario Perniconi, i consiglieri Brogi, Magnani, il delegato di Livorno Pasqualetti, il segretario LND Ciaccolini, il segretario Crt Falciani a premiare squadre e dirigenti.

Alle 15, davanti un folto pubblico, sotto un sole scottante e sotto la direzione dell’arbitro Galipo coadiuvato da Toce e Lineari con  Labate  IV assistente, tutti di Firenze, le due finaliste Toscana e Lazio si sono affrontate badando a non scoprirsi. Al 22’ rosso per Santoni della Rappresentativa Lazio ma un minuto dopo è  il suo compagno di squadra Buglia a cogliere la traversa in tuffo di testa.

È comunque la Toscana a non perdonare quando Leporatti lanciato in verticale si incunea in area per trafiggere il portiere in uscita. 1-0 e fine del primo tempo.

Nella ripresa nonostante la inferiorità numerica il Lazio preme sulla retroguardia Toscana e si fa pericoloso in più di una occasione. Ma è la Toscana con Rovai a fornire un pallone d’oro a Cerrato che spara sulla traversa.La partita è bella e combattuta fino all’ultimo minuto ma il risultato non cambia e tra più di una emozione la Rappresentativa del ct Uberto Gatti si aggiudica per la seconda volta il

 Memorial Fabio Bresci, il Memorial per il suo grande presidente.

Quindi le premiazioni e la testimonianza  del presidente Crt Paolo Mangini e del segretario LND Ciaccolini che hanno ricordato la figura di Fabio Bresci. 

Sul palco insieme ad Alessia e Marco, i figli di Fabio Bresci, si sono uniti il sindaco Maida e vicesindaco Maionj, il presidente del Crt Paolo Mangini, il vicepresidente vicario Perniconi, il vicepresidente Taiti, i consiglieri Brogi, Merlini, Riccomi, Maccheroni, Tralci, Casini, Magnani, i delegati D’Ambrosio, Falco, Pasqualetti, D’Ambrosio, Mati, il segretario LND Ciaccolini, il segretario Crt Falciani, Bini, Matteini e Gori per il Cra il presidente  Francini e il dg Innnocenti della A. Rufina. 

Davanti a loro sono sfilati per raccogliere, tra gli applausi, i meritati riconoscimenti il laziale Iannoni come miglior giocatore, Leporatti come miglior bomber, i dirigenti della Audax Rufina che con il loro volontariato hanno tanto contribuito alla riuscita della manifestazione, i dirigenti delle due Rappresentative, la quaterna arbitrale, le due squadre. 

E un forte grande applauso è stato dedicato alla Misericordia della Rufina che per tre giorni ha svolto il servizio allo stadio intitolato a loro ex compagno di volontariato, Fabio Bresci.