Grande partecipazione agli incontri tra CRT e società: il via da Prato

L’applauditissimo intervento del presidente di Delegazione Maurizio Falco ha aperto la prima riunione del Crt con le società della provincia di Prato che si è svolta nella città laniera nella sede della Delegazione del Coni provinciale.
Oltre ai dirigenti dei club del territorio erano presenti il presidente del Crt Paolo Mangini, il vicepresidente vicario Bruno Perniconi, il vicepresidente Massimo Taiti, i consiglieri regionali Giorgio Merlini e Vasco Brogi oltre al segretario regionale Sauro Falciani e i dirigenti e volontari della Delegazione.

Dopo l’introduzione del moderatore Alessio Facchini e dopo i saluti di Taiti, di Perniconi, dopo un caldo applauso alla memoria del compianto ex presidente Fabio Bresci, ha preso la parola il presidente Mangini che subito ha sottolineato l’importanza di questi incontri sul territorio, incontri che saranno svolti, nei mesi di ottobre e novembre, in tutte le Delegazioni Provinciali della Toscana.
La relazione del presidente ha toccato temi di interesse generale e di livello nazionale, come la nuova disciplina che regola i premi di preparazione – nuova disciplina che ha accolto proprio i suggerimenti della Toscana- temi come il nuovo contributo di solidarietà del 3% a favore delle società che hanno formato il giocatore e che va ad aggiungersi al premio di valorizzazione già disciplinato nelle norme della Federazione, oltre le novità introdotte dal nuovo Codice di Giustizia Sportiva in particolare quella sulla possibilità di attenuare la responsabilità oggettiva della società.

Mangini ha quindi fornito le cifre del movimento calcistico della nostra regione, sottolineandone la salute e sottolineando, con grande soddisfazione, le numerose iscrizioni alla Terza categoria, favorite anche dai consistenti contributi economici introdotte dal Comitato per la seconda e terza iscrizione di nuove società. Contributi che dall’anno prossimo saranno ancora più consistenti.

Mangini ha ribadito che nell’attuale contesto economico-sociale le nostre società hanno la necessità di avere, da parte del Comitato Regionale, una serie di supporti informativi e formativi come lo sono stati i corsi per segretari, con più di 700 iscritti e altrettanti nei corsi per la dematerializzazione. Il Presidente ha poi ricordato come il Comitato abbia stipulato tutta una serie di convezioni a favore delle società come quella per il microcredito o come l’ultima, quella per l’efficientamento energetico degli impianti sportivi. fornendo quindi non solo un supporto economico indiretto ma anche un reale contributo di servizi.
Per rendere più motivanti e stimolanti i campionati sono stati modificati i regolamenti, in particolare quelli delle categorie B. A questo proposito, da questa stagione sportiva, per rivitalizzare il campionato allievi provinciali sarà introdotta la Coppa Toscana per le vincenti il campionato e un torneo regionale per le 2,3,4 classificate di ogni girone.

Mangini, infine, ha sottolineato il valore delle Rappresentative, i risultati positivi ottenuti a livello nazionale, anche dalle squadre di club come p.esempio i giovanissimi del Tau calcio vicecampioni d’italia 2019.Il presidente ha poi comunicato un dato, purtroppo negativo, e che riguarda i direttori di gara: per la prima volta in Toscana il numero di partite settimanali è maggiore del numero degli arbitri. Un dato che deve far riflettere tutti.

Terminata la relazione sono stati poi i dirigenti delle 34 società presenti, sulle 45 del territorio pratese, a porre domande: sul regolamento della Coppa Toscana, sulla suddivisione delle squadre nei gironi, sugli allievi regionali e sulla suddivisione di squadre giovanili nei gironi provinciali, sulla possibilità di mettere un tetto ai tesseramenti, sulle seconde squadre nel settore giovanile.

Mangini ha risposto a tutti i quesiti che gli sono stati posti, impegnandosi a trovare soluzioni condivise con le società.

A conclusione sono state premiate con la Coppa disciplina il Grignano, il Mezzana, Le Querce 2009, Naldi. Poi le vincenti dei campionati provinciali
Prato 2.000, Albacarraia, Coiano Santa Lucia, Viaccia, Prato Nord, Poggio a Caiano.

Dalle 21 è stata poi la volta della Delegazione di Pistoia con la partecipazione di tantissime società (43 presenti su 60). A Lucca oltre il presidente Mangini, i due vice Taiti Perniconi, consiglieri Riccomi Brogi Merlini, il segretario Falciani c’erano il delegato D’Ambrosio e il vice Spinicci
Prossimo appuntamento venerdì 18 ottobre a Lucc alle 18 e Massa Carrara alle 21

LE foto delle riunioni di Prato e Pistoia sulla pagina di Facebook Lega Nazionale Dilettanti Toscana