Calcio dilettanti protagonista al Premio Internazionale Le Velo

Calcio dilettanti protagonista  alla ventitreesima edizione del Premio Internazionale “Le Velo – L’Europa per lo sport”, che lunedì 02 dicembre, nello splendido scenario della Fattoria il Palagio di Scarperia, ha visto  anche quest’anno premiare alcuni importantissimi nomi del panorama italiano ed internazionale tra sportivi, giornalisti, dirigenti sportivi.

A riscuotere applausi e a sottoporsi a una raffica di domande da parte dei conduttori della manifestazione sono stati Mattia Bani, giovane difensore mugellano, attualmente in forza al Bologna ma con un passato nelle formazioni di calcio dilettante e  giovanile toscano, e il presidente del Comitato Regionale Toscano della LND, Paolo Mangini.

Un caldo tifo ha accolto  sotto i riflettori della ribalta  Matteo Bani, classe ’93, difensore centrale che ha mosso i primi calci nel settore giovanile dell’Audax Rufina, della Fortis Juventus, del Pontassieve per poi giocare nel Figline allenato da Enrico Chiesa, quindi in serie D nel 2011 nella Fortis di Borgo Sana Lorenzo, sua città natale, per poi trasferirsi nella Primavera del Genoa, quindi Reggiana e  Pro Vercelli e quindi al Chievo in serie A per approdare in questo campionato al Bologna dove ha due gol all’attivo. Già convocato in azzurro per uno stage, ora il suo sogno, come ha dichiarato a Le Velo, è prendersi una maglia da titolare con il gruppo di Mancini. Intanto la soddisfazione dei traguardi raggiunti. Soddisfazione che è di tutto il calcio toscano come ha sottolineato il presidente Mangini: “Bani è un esempio per i tanti ragazzi che giocano nel nostro calcio. Ha unito alle doti di calciatore passione, studio, forza di volontà fino a raggiungere i più alti livelli. E’ stato seguito con attenzione dalla famiglia, dai tecnici, dalle società in cui militava nel nostro territorio che hanno dato valide indicazioni per la strada da percorrere”.

E con le cronache di calcio dilettanti e giovanili delle squadre di Firenze ha cominciato la sua carriera di giornalista sportiva anche Sara Meini, in forza alla Rai, terza radiocronista donna in assoluto di Tutto Il Calcio Minuto per Minuto, che si è fatta apprezzare per competenza e professionalità in un mondo ancora molto maschile. Premiati poi Silvio Fauner, plurimedagliato ad olimpiadi e mondiali di sci di fondo e per anni DT della nazionale, Andrea Piccolo, campione europeo a cronometro, con numerosi successi anche in questa stagione, promessa del ciclismo azzurro, si appresta a salire nelle categorie maggiori con grandi aspettative; Wanny Di Filippo, eclettico patron de Il Bisonte Firenze, squadra della massima serie di Pallavolo Femminile, che si è fatto apprezzare per idee innovative e volontà di investire, rea